lunedì 1 ottobre 2012

Le 10 cose da non fare a casa dei suoceri.

Visto che questo blog non ha nè capo nè coda, ho deciso di fare delle mini rubriche elencando comportamenti socialmente inaccettabili (che ovviamente sono molto divertenti) da evitare assolutamente in certe occasioni.

La prima lista di 10 cose da non fare è stata ispirata ad un episodio di Friends, dove Pheobe incontra i genitori di Mike (suo futuro sposo) per la prima volta; mentre la guardavo ho pensato: perchè non scrivere un vademecum sulle cose da non fare a casa dei suoceri?


Tralasciamo la psicologia spiccia che aiuta a relazionarsi bene con i suoceri, tralasciamo anche i vari modi di dire che aleggiano sopra questa parola e che minano dal principio il rapporto tra "nuora-suocera" e "genero-suocera" (se non anche i rapporti tra consuoceri, il che significa guerra familiare); concentriamoci sull'ansia e il terrore che ci porta a comportarci in modo eticamente, moralmente e socialmente non accetto davanti a futuri-probabili-possibili-attuali suoceri. 

Il primo incontro con i suoceri è quello che condizionerà per sempre l'impressione che avranno di voi e quindi dovete fare bella figura; probabilmente vorrete strafare e vi ritroverete a fare la figura dei pazzi che portano via di casa i figli, di violentatori seriali, di maniaci o semplicemente di persone da internare. Non abbiate paura, con questa guida (ispirata più che altro a suoceri/generi/nuore da film, perchè la sottoscritta ha avuto fortuna in questo campo) non sbaglierete più e passerete la serata indenni e potrete comportarvi in modo naturale.

Le 10 cose da non fare a casa dei suoceri:

1) Mentire spudoratamente per risultare più simpatici e più intelligenti.
Inutile dirlo, al primo incontro con i genitori di lui/lei tutti vogliamo apparire più interessanti di quello che siamo, il che vuol dire che vogliamo sembrare perfetti, nascondendo difetti e mentendo per coprire le nostre mancanze.
A meno che non vi inventiate delle storie credibili, non mentite mai ai suoceri (soprattutto se siete un lui che mente al papà di lei). Il suocero indagherà, vi torturerà fino a quando la verità verrà a galla e voi rimarrete come dei cretini in mutande; ricordatevi che siete sotto pressione miei cari amici ed in momenti come questi la mente fa cilecca.

2) Complimenti al padre.
Questo piccolo paragrafo è dedicato alle signorine che leggono questo blog.
Si dice che si possano fare dei complimenti al padre sulla forma fisica del figlio o sul suo umorismo flirtando un pelo con il capo famglia.
Il linea di massima una frase come "Oh, ora capisco come mai Tizio è in forma! Ha un padre come lei" in tutte le sue declinazioni non è pericolosa, ma se si eccede nell'entusiasmo lo può diventare eccome.
In momenti di panico la mente può lavorare in maniera opposta al nostro volere e quindi potreste trovarvi a fare delle avances al padre e mandare un segnale negativo sia a lui che al vostro fidanzato.

3) Complimenti alla madre per l'educazione del figlio.
Altro paragrafo per le femminucce. Mai e poi mai eccedere nei complimenti con le mamme; a parte il rischio di finire in un tunnel senza uscita su "quanto è bello il mio bambino, quanto è bravo il mio bambino", rischiate di finire su sentieri imbarazzanti.
Se per caso vi complimentate per il fatto che il vostro ragazzo è molto attento alle vostre esigenze e che tutto questo è dovuto al rispetto che lui ha per la mamma, fatevi il piacere di fermarvi lì; è molto facile scivolare su quanto lui è attento alle vostre esigente a letto, che fa qualsiasi cosa vi piaccia per accontentarvi...

4) Rimanere da soli con il suocero.
Diciamolo, chi è veramente in tensione durante l'incontro con i suoceri è il ragazzo, che ha un solo incubo ricorrente: rimanere faccia a faccia con il suocero.
Il suocero è per definizione geloso della sua figliola e quindi abbastanza puntiglioso con chi vuole portarsela via. Il ragazzo ha per definizione timore del padre di lei e quando i due rimangono da soli l'unico pensiero è "Ora mi uccide perchè ho tolto il fiore dell'innocenza a sua figlia".
No panic boys! Esiste un modo solo per calmare il suocero impazzito: il calcio. Parlate di calcio e vi amerete per sempre (sempre che non tifiate per squadre che si odiano, in quel caso è la vostra fine).

5) Fingere di gradire il cibo.
Tutti noi odiamo qualche categoria/tipo di cibo e 90 su 100 ce lo ritroveremo davanti in questa cena.
Per cortesia ed educazione ingurgitiamo tutto,, con un bel sorriso forzato sulle labbra, pronti a sputare tutto alla prima occasione.
Bene, se non dite/fate intuire che quel cibo vi è gradito, per i prossimi anni insieme alla vostra dolce metà la suocera ve lo proporrà e voi non potrete fare altro che ingurgitare bocconi amari (nel vero senso della parola). Fuori le balle e spiegate, con estrema cortesia, che non è il vostro cibo preferito anche se sembra invitante; salverete il vostro stomaco per gli anni a venire.

6) Il bagno, una questione complessa.
Ok, noi non possiamo controllare le funzioni essenziali del nostro corpo, ma sono sicura che ognuno di voi dai genitori del vostro lui/lei tende a non andare neanche in bagno.
Il pensiero di lasciare delle tracce non proprio "delicate" del proprio passaggio atterrisce chiunque e quando si è in quel bagno si ha anche l'impressione di fare più rumore del dovuto; si ha l'incubo di rompere qualcosa o, disgrazia delle disgrazie, di otturare qualcosa.
Non dico di non andare, ma andateci con cautela e con grazia: l'asciugamano apposta per voi forse è meglio ripiegarlo e rimetterlo come lo avete trovato e non buttarlo via come fareste a casa vostra, l'assa del water chiudetela (non siate selvaggi) e fate un bel respiro prima di entrare: esorcizzato il bagno, l'incontro sarà tutto in discesa.

7) Promettere.
La promessa (per un viaggio, un lavoretto o altro) va fatto solo se si è consapevoli e coscienti delle proprie azioni, perchè se no verrà rinfacciata fino alla noia (di chi è accanto a voi) e alla morte (vostra).
Rispondere CERTO ad una domanda come "Potremmo fare un giro del lago assieme tra qualche week end" senza essere in sè porta molte complicazioni per voi e per la vostra dolce metà. Quindi stiamo attenti alle "trappole" mentali nelle quali potremmo cadere per poter piacere.

8) Effusioni.
Paragrafo scottante. C'è chi si scambia tenerezze anche davanti ai suoceri e c'è chi decide di non farlo. Non fatelo e se volete la risposta a questa mia obiezione leggetevi di nuovo il punto 4.

9) Bere.
Vi prego, vi prego, vi prego, non bevete. Come è risaputo l'alcool distrugge le proprie inibizioni e voi, poveri malcapitati, potrete incorrere in episodi imbarazzanti, come raccontare che avete fatto a loro filgia/figlio in vacanza o come quella volta siete stati arrestati per aver mostrato il di dietro da un taxi. Per quanto banale questo consiglio sia, stampatevelo nella memoria: mai bere.

10) Paragoni.
Per paragoni intendo paragoni tra la suocera e la propria madre (se siete de sadici fatelo pure, vedrete che botte che prenderete) e tra ex suoceri e suoceri attuali.
Mai, mai, mai e poi mai. Non fatelo. Vi potreste far male e verrete bollati come il supponente che sa tutto solo per aver detto "Mia madre ci mette un pelo di sale in più, però questa pasta è molto buona!".

Ce ne sarebbero altre di cose da non fare, ma queste sono le prime regole del bon-ton salvachiulo che mi sono venute in mente.

Al prossimo appuntamento!